Oasi WWF Policoro - Oasi WWF Policoro Herakleia

Riserva regionale bosco Pantano

Oasi WWF Policoro Herakleia

apr 02

Una foresta sacra… dominata dal silenzio e dall’oscurità misteriosa che regna sotto le immense querce vecchie come il mondo… popolata da una folla pacifica di animali e di ogni specie di selvaggina; dai cinghiali, dai daini, dai cervi, dai caprioli per non parlare delle martore e degli scoiattoli di cui vedemmo una gran quantità passeggiare sulle nostre teste, di albero in albero. Sono le parole che lo scrittore francese Richard de Saint-Non utilizzò, nel 1781, per descrivere il Bosco Pantano di Policoro.

Un vero spettacolo della natura, capace di affascinare i viaggiatori stranieri in visita nel Mezzogiorno d’Italia per il loro Grand Tour. Un secolo dopo, nel 1897, con queste espressioni il narratore e saggista inglese George Gissing immortalò la foresta jonica: L’immaginazione subiva un fascino che era fatto per metà di paura, non avevo mai visto un bosco incantato. Nulla di umano poteva aggirarsi tra quelle ombre senza sentiero, vicine a quelle acque morte. Era l’ingresso al mondo degli spiriti; su questo bosco, contemplato sull’orlo del crepuscolo, gravava un silenzioso timore, quale Dante conobbe nella sua selva oscura.

Nel 1999 la Regione Basilicata ha classificato quel che era rimasto del Bosco Pantano come Riserva Naturale Orientata, allo scopo di tutelare l’area e pianificare il suo recupero ambientale. La Riserva ha un’estensione di 1200 ettari: sono comprese le aree agricole a ridosso del bosco e gran parte della pineta che costeggia la spiaggia, per un ambiente dagli straordinari caratteri naturalistici.

Il Bosco Pantano è stato designato Sito di Importanza Comunitaria (SIC). E’ un habitat naturale che va tutelato per la conservazione della biodiversità. In più è una Zona di protezione speciale (ZPS), in quanto idonea per estensione e localizzazione geografica alla conservazione di nomerose specie di uccelli selvatici.

L’Oasi WWF Policoro Herakleia

Il progetto di recupero ambientale è stato in parte realizzato con la collaborazione del WWF Italia, grazie alla stipula di un accordo tra questa associazione e l’amministrazione comunale di Policoro, il quale ha affidato, nel 1995, i propri ventuno ettari di bosco al WWF. Come ente gestore riconosciuto, il WWF fa di quest’area un’Oasi da tutelare e salvaguardare.

Quest’ultimo lembo di foresta planiziale, unico in Italia, se pur profondamente alterato nel corso degli anni dalle attività umane, costituisce un biotipo naturale che presenta ancora un rilevante interesse sceintifico, ecologico, paesaggistico e culturale.

L’Oasi fa parte della Riserva Regionale Bosco Pantano di Policoro e gestisce la parte del manto forestale (21 ha) che ricadono entro i confini del comune di Policoro (Matera). Comprende una delle zone di più importante pregio naturalistico della Riserva: l’ambiente è tipicamente marino,con la presenza dell’ultimo residuo di foresta igrofila, distante solo pochi metri dal mar Jonio. Tra gli elementi naturali più significativi ricordiamo le aree boschive, di macchia mediterranea, acquitrinose e sabbiose comprese nella zona più a sud della Riserva. E’ un’area di eccezionale interesse per lo studio, l’osservazione e la didattica relativi alla fauna e agli ecoistemi legati a questo particolare bosco che rappresenta un vero e proprio laboratorio naturale.

Commenti

  1. Mirella dice:

    Complimenti per il lavoro di recupero e protezione che state facendo!
    Il Bosco del Pantano deve essere un sito naturale incantevole che merita di essere conosciuto e pubblicizzato. Per questo motivo è stato inserito tra i parchi della Basilica recensiti sul sito Trivago.

  2. Gabriele dice:

    sono un pò spavento perchè non mi piace stare lontano dalla mia famiglia 9\10 giorni fino all’anniversario di morte di Michael Jackson

Commenti


 

Tutti i contenuti sono © Oasi WWF Policoro é vietata la riproduzione senza autorizzazione.
copyright 2007-2010 Soc. POLIEION s.a.s. - Via Sofocle, 23 - 75025 - Policoro (MT)
P.IVA e CF: 00674330774

realizzazione e ottimizzazione SEO: sabatia