“Che bello andare a scuola”, quello che vorrebbero sentir dire tutti i genitori e i docenti dai ragazzi delle scuole d’Italia e non solo, ma non sempre le aspettative vengono esaudite.

Eppure, questa splendida frase l’ha sentita il nostro biologo, pochi giorni fa, in una scuola di Milano da alcuni bimbi della 4a elementare

Infatti, il 14 ottobre, il dott. Cirelli, Biologo Marino dell’Oasi WWF di Policoro, ha fatto visita ad una scolaresca dell’istituto comprensivo “Margherita Hack”, la scuola primaria Giovanni Falcone, precisamente la 4D, per promuovere le attività didattiche ed educative del Centro di Educazione Ambientale policorese.

Due ore piene, che hanno visto i ragazzi protagonisti attivi, a contatto con gli insetti e le loro caratteristiche,  improvvisandosi piccoli scienziati alle prese con un vero esperimento: ricreare in un ambiente artificiale le condizioni ecologiche per accogliere i famigerati insetti stecco, campioni di mimetismo e specie chiave nell’ equilibrio eco sistemico del sottobosco.

Successivamente la parte creativa del laboratorio frontale: la costruzione di un Bug Hotel, “la casa degli insetti buoni”, come la chiamano alcuni, strumento innovativo e creativo per affrontare concetti chiave nelle Scienze come i Regni, il mimetismo e le strategie di difesa degli essere viventi e anticipando tematiche attuali come la raccolta differenziata a sostegno della biodiversità e il decoro urbano. Cannucce di plastica,bottiglie e lattine, paglia e cartone, oltre ad altri materiali di uso quotidiano, sono stati utilizzati per produrre i rifugi invernali dei cosiddetti “insetti buoni”, ovvero capaci di impollinare e utili strumenti contro la lotta biologica,  con uno sguardo attento alla salvaguardia della Biodiversità in tutti i suoi aspetti.

Sono infatti circa 900.000 le specie di insetti che abitano il nostro pianeta e che contribuiscono in maggior abbondanza alla composizione della biodiversità; animali che si adattano velocemente ai cambiamenti ambientali, molti dei quali scelti come bioindicatori, utili a garantire il corretto svolgimento delle funzioni ecosistemiche con la loro presenza, risorsa per l’intero ciclo biologico.

Tale iniziativa si inserisce nell’ambito della presentazione dei nuovi percorsi didattici che il CEA dell’Oasi WWF di Policoro intende trasferire alle scuole per l’anno scolastico 2015/2016, attraverso incontri frontali con laboratori didattici preparatori e conclusivi allo svolgimento di Campi Scuola e Viaggi d’Istruzione presso la struttura ricettiva del Centro Visite WWF, nella Riserva Naturale di Bosco Pantano, a contatto con la Natura, la Storia e la Cultura, ricchezze di un territorio magico e ancora da scoprire.

La giornata si è conclusa con i ringraziamenti delle maestre, Laura Maganza e Maria Marinelli, vere artefici e promotrici della giornata, che hanno invitato nuovamente i responsabili dell’Oasi a condividere un percorso formativo sempre più di qualità per i propri studenti,  entusiasti e desiderosi di ripetere un’esperienza che li ha visti Scienziati per un giorno.

Esperienza positiva anche per l’Oasi che ha potuto trasferire le proprie emozioni, le proprie attività e il proprio territorio fuori dal contesto Regionale, condividendone contenuti e finalità, sui banchi di scuola, con i veri protagonisti del futuro.