Giovedì 16 Marzo - Sala consiliare Comune di Policoro

il WWF Italia, partner, insieme all'Università "La Sapienza" di Roma, delle azioni programmate nell'ambito del progetto transfrontaliero Life "Euroturtles" 15 NAT/HR/000997 - Azioni collettive per il miglioramento dello Stato di Conservazione delle Tartarughe Marine della EU - ha presentato, di fronte ad una platea composta dai rappresentanti dei comuni costieri Lucani coinvolti e dalle autorità competenti (ASL di Matera, GdF nucleo mare, Guardia Costiera di Policoro), le azioni che interesseranno il Golfo di Taranto.

Si tratta del primo di tre appuntamenti organizzati al fine di promuovere il progetto e compiere l'Azione A2, volta a ridurre le minacce antropogeniche sui siti di nidificazione delle Tartarughe Marine, attraverso una regolamentazione condivisa dalle autorità competenti nei diversi territori.

Il Progetto, che coinvolge 6 paesi membri della EU (oltre all'Italia, Grecia, Croazia, Slovenia, Cipro e Malta), della durata di 5 anni (2016 - 2021), presenta 7 obiettivi principali con lo scopo di incrementare lo Stato di conservazione di 2 specie di Tartarughe marine Chelonia mydas e Caretta caretta, nel Mediterraneo.

 

Le azioni, che coinvolgeranno il WWF Italia e l'Università di Roma "La Sapienza", saranno concentrate,per l'Ital

ia in Sicilia, nel Golfo di Taranto e in Puglia adriatica. 

Il WWF Policoro, già in possesso delle autorizzazioni ministeriali nell'ambito del Progetto Tartarughe marine del WWF Italia e MATTM, per il tratto di mare compreso tra Punta Prosciutto (TA) e Punta Fiume Nicà (CS), sarà impegnato in 4 azioni del Life; in particolare nell'azione C1 effettuerà il Monitoraggio con l'utilizzo di Droni per intensificare il monitoraggio dei siti di nidificazione e incrementarne la protezione, attraverso le attività di sensibilizzazione e divulgazione nei distinti territori di competenza.

 

 

 

 

 

 

A presentare il progetto il Project Manager dott. Agresti Luigi, responsabile del programma Mare del WWF Italia, e il dott. Cirelli Gianluca, resp. Ricerca e Progetti per il WWF a Policoro.

La giornata, interessante momento di confronto e di condivisione tra gli stakeholders presenti, ha permesso di far sottoscrivere un modello di adesione alle amministrazioni comunali presenti, con l'intento di impegnarsi in attività sinergiche di sensibilizzazione e tutela delle tartarughe marine e delle spiagge, aree importanti per la deposizione. Tale documento, parte integrante dell'azione A2 del Life, verrà presentato anche alle amministrazioni delle altre 2 regioni del Golfo impegnate (come da autorizzazioni ministeriali in possesso al CRTM di Policoro), ovvero Calabria e Puglia, in due appuntamenti ulteriori l'ultima settimana di Marzo e la prima settimana di Aprile.