06/09/2014, Policoro (MT). L'Oasi WWF ha accolto, nel primo pomeriggio di sabato, l'arrivo di un esemplare adulto di Caretta caretta, recuperata all’interno di mar Grande nella città di Taranto. Avvistata già dal giorno prima, il pescatore tarantino dilettante Di Giorgio Ivan,  ha provveduto ad allertare la Capitaneria di Porto di Taranto e portarla a riva dopo che aveva notato la sua difficoltà ad immergersi, in un tratto di mare di grande traffico, antistante l'imboccatura del porto (lato Mar Grande).

Il personale dell'Oasi di Policoro, allertato telefonicamente e organizzato l’intervento,  ha provveduto al recupero dell'animale ed al suo trasporto fino al Centro  Recupero Tartarughe Marine c/o le strutture dell’Oasi WWF in Piazza Siris 1 di Policoro.

Dopo la prima visita clinica, effettuata dal veterinario responsabile del C.R.A.S. provinciale di Matera dott.ssa Erika Ottone, si sono scongiurate presenze di lenze e ami all’interno dell’animale ma una evidente difficolta ad immergersi con possibile affezione dell’apparato respiratorio oltre che una rilevante presenza di balani ed alghe incrostanti il carapace.

La tartaruga marina, con una lunghezza carapace pari a 60 cm e 21 kg di peso, è un esemplare di circa 20/25 anni di sesso femminile.

Nei prossimi giorni, il personale del Centro, provvederà presso la clinica veterinaria dell’Università di Bari ad esami più approfonditi ed attendibili, valutando l'iter diagnostico a garanzia di un ottimale percorso clinico di recupero.

Attualmente ospitata in una delle vasche di stabulazione del C.R.A.S. policorese, la Tartaruga, in attesa di trasferimento, verrà affidata alle cure del Prof. A. Di Bello, referente autorevole del progetto Ministeriale che vede il C.R.A.S. policorese titolare e coordinatore delle numerose attività sul campo.

 

Orari partenze delle visite guidate:

MATT: ore 10.30 / 11.15 / 12

POM: ore 17 / 17.45 / 18.30