Orbi, giovane esemplare di emys orbicularis affetto da SCUD

Scommetto che pochi di Voi l’hanno riconosciuta… questo è un esemplare di Emys orbicularis, la tartaruga palustre europea! È una specie autoctona dei nostri corsi d’acqua ma che purtroppo in pochi conoscono.

L’esemplare nella foto è Orbi, un maschio adulto di Emys orbicularis. Lui è affetto da SCUD, una malattia batterica che può condurre a morte l’animale per setticemia. Orbi è fortunato, ora è presso il nostro Centro recupero animali selvatici dove viene monitorato e curato. Ma ha già subito un secondo courettage chirurgico del suo piastrone ormai rovinato dalla malattia e dovrà sopportare settimane di medicazioni, pezzetti di lastre radiografiche che gli proteggono quello che resta del piastrone, fasciature e bagni medicali…

Tutti invece conosciamo le simpatiche tartarughine dalle guance rosse che vengono vendute alle fiere. Sono specie esotiche, originarie dell’America, che teniamo in casa con noi, imprigionate in  vaschette con palme finte e acqua stagnante.  Quando poi diventano troppo grandi le liberiamo nel canale vicino casa, pensando di compiere un gesto d’amore nei loro confronti, ma  uno dei risultati è questo… una emys che lotta per la vita, come tante prima di lei.

Le tartarughe che compriamo (Trachemys scripta sp.) sono una specie aliena e che, pertanto, non può essere assolutamente liberata nei nostri corsi d’acqua. Esse occupano la stessa nicchia ecologica delle nostre Emys e ne alterano completamente l’habitat, sottraendo loro cibo e trasmettendo malattie prima assenti nelle popolazioni locali.

La nostra tartaruga europea oggi è una specie minacciata di estinzione.

NON COMPRATE PIU’ TARTARUGHINE D’ACQUA! E se hai già una trachemys, non abbandonarla!