Carcassa di giovane Caretta caretta, fronte lido di Policoro

31-08-2014, Policoro (MT).  Triste ritrovamento questa mattina di una carcassa di Caretta caretta difronte al lido di Policoro. Il sig. Antonio C., mentre navigava come ogni mattina nello specchio di mare antistante alla costa policorese, si è imbattuto in una carcassa galleggiante di tartaruga marina. Prontamente portata a riva per accertarne lo stato di salute, ci si è resi conto che l'esemplare era ormai privo di vita ed è stato subito contattato lo staff dell'Oasi WWF di Policoro, in quanto unico Centro di Recupero di Tartarughe Marine presente sulla costa settentrionale jonica.

La Dott.ssa Erika Ottone, Responsabile Veterinario del C.R.A.S. provinciale (Centro di Recupero Animali Selvatici), assieme ad alcuni dei biologi marini del centro WWF, hanno provveduto ad accertare l'avvenuta morte dell'animale ed a prelevare campioni di tessuto dalla carcassa per sottoporli ad ulteriori analisi che permetteranno loro di risalire alle cause del decesso. Dalle misure effettuate sul carapace si è stimata l'età relavitamente giovane della tartaruga recuperata (circa 10 anni), e non si sono riscontrate ferite evidenti sul corpo, tranne che piccole escoriazioni sulla pinna anteriore destra e sulla nuca.

La pluriennale esperienza dell'oasi WWF con il mondo delle tartarughe marine, assieme all'immediata vicinanza del ritrovamento, ha permesso ai collaboratori di concludere tutte le analisi necessarie prima dell'arrivo degli addetti dell'ASL locale. L'impossibilità di effettuare necropsie presso la clinica del C.R.A.S. impedisce al momento qualsiasi ipotesi definitiva sulle probabili cause di morte dell'animale ma casi simili, di solito, sono il risultato di episodi di cattura e rilascio in mare di esemplari annegati poiché intrappolati in sistemi da pesca tipo palangrese (o palamito).

Con la speranza che situazioni del genere non si verifichino altre volte, l'Oasi WWF proseguirà nella sua opera di sensibilizzazione presso tutte le parti interessate (popolazione locale, istituzioni ed associazioni di categoria) per la salvaguardia ed il recupero di queste ancestrali creature marine.